Convitto nazionale Mario Pagano - Campobasso

La monumentale struttura ha una lunga storia alle spalle e giunge ai tempi moderni con un fascino enorme ed una bellezza che dona pace allo sguardo. Inizialmente eretto per ospitare l’ordine dedito alla regola di Sant’Antonio Abate, nella prima metà dell’Ottocento venne riconvertito per contenere le classi del Real Collegio Sannitico. Il prestigioso convitto racchiude in sé anche un bellissimo giardino, più recente e dalla varietà floristica di grande interesse. Il convitto nazionale, istituzione figlia della riforma Gentile del ventennio fascista con la quale lo Stato estese l’offerta formativa scolastica rispetto ai collegi gestiti dagli ordini cattolici, all’inizio degli anni Novanta è stato soppresso nella forma in cui l’ospitalità scendeva al di sotto dei trenta convittori, coì riducendone il numero; il convitto di Campobasso, intitolato al giurista italiano Mario Pagano, illuminista e filosofo, accoglie nei suoi locali una scuola primaria, una scuola secondaria di primo grado ed una di secondo grado, ad indirizzo – liceale – scientifico, che possono beneficiare di laboratori, palestra, biblioteca, sale informatiche e della cappella.