Segreti
Creato: • Ultimo Aggiornamento: Secret Village

L’Abbazia di Montecassino ha una storia lunga, travagliata, che al tempo stesso suscita un intenso senso di maestosità e di fermezza, come pure calma ed interiorità.
Storicamente fondato da San Benedetto da Norcia sulle spoglie di un tempio per l’adorazione di Apollo nel 529 (qui vi scrisse la Regola Benedettina), il monastero laziale si presenta al pellegrino nella solennità del luogo che ha saputo rinascere ed ora gode di una meritata pace che condivide con chi viene a visitarlo. Situato su di un rilievo ad oltre cinquecento metri sul livello del mare, la sua posizione protetta ne ha fatto preferire la scelta nei periodi di guerra e di invasione del territorio e decretandone la distruzione in più occasioni.
Prostrata da saccheggi, abbandoni ed in ultimo distrutta dai bombardamenti alleati nel 1944, l’Abbazia di Montecassino è ora stata ricostruita e accoglie nelle sue ampie forme turisti, fedeli, cultori dell’architettura sacra.

Ingresso del Monastero di Montecassino

La sua storia travagliata ne testimonia al contempo la forza e l’importanza di modello del monachesimo occidentale, di luogo di cultura e centro della Terra di San Benedetto (stato feudale ove la vicina città di Cassino ricoprì ruolo amministrativo). Cullata nell’amenità dei suoi chiostri, il monastero ospita la Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Benedetto abate, stupenda basilica benedettina della prima metà del cinquecento e notevole esempio di barocco napoletano.
Anch’essa rasa al suolo dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale, è stata riportata al suo fulgore negli anni cinquanta del secolo scorso. Il chiarore della pietra, il cammino tra i chiostri e la visita di questo esempio di resilienza e sacralità, saranno di certa ispirazione per chi visiterà l’Abbazia.