Castello Angioino di Civitacampomarano

L’attuale castello è figlio di un primo forte risalente al XII secolo, che dal colle era posto a difesa del territorio sottostante e del borgo di Civitacampomarano. L’impianto originario è ancora rilevabile poiché identificata e resa tale durante gli ultimi scavi occorsi. Le fattezze, a fronte delle modifiche operate nel tempo e del termine dell’utilizzo bellico per farne una residenza nobiliare (con conseguente ampliamento dei locali per gl’ospiti) sono mutate e quelle che ai tempi odierni si godono appartengono al periodo angioino, databili al XV secolo. Monumento (nazionale dalla fine degli anni Settanta del secolo 1900) di grande mole, dalla facciata imponente, sul portale d’ingresso sono presenti gli stemmi delle casate che hanno posseduto il forte e regnato sul territorio, nello specifico, un grifone tiene sotto di sé due gigli scolpiti al contrario, a simboleggiare la vittoria degli Aragona sui d’Angiò. Il castello è un prezioso contenitore di storia, ben conservato, che ammalia lo sguardo e definisce il paese, visitarlo, assaporarlo è un gran dono ed il viaggiatore ne farà suo un pezzo.