Sito archeologico Civita del Fosso di Arlena - Bolsena

La più recente Tuscia è stata luogo di insediamento della popolazione italica degli Etruschi, la cui porzione laziale ha costituito centro della regione storico-geografica della stessa Etruria. Nelle terre del viterbese non è dunque infrequente imbattersi nei resti della civiltà preromanica, alcuni dei quali sono il frutto di ritrovamenti e campagne di scavo per riportare alla luce e studiare i reperti. I lavori di studio archeologico nell’area di Civita del Fosso di Arlena iniziarono a cavallo della metà dell’Ottocento, mentre una serie di scavi venne operata nel secolo successivo, circa cento anni dopo, portò alla luce parti di abitazioni, un tempio, tumulazioni in piccole tombe a camera, ed una cinta muraria, che identificavano la presenza organizzata umana, risalente all’età ellenistica ed agli Etruschi. L’altura che guarda al Lago di Bolsena ospita un sito antico, in uso dall’età del ferro, è emerso dalla valutazione dei rinvenimenti murari e fittili, sino al III secolo a.C., è oggi protetto da una gradevole natura e risulta meta gradita per escursioni a tema storico-archeologico.